Se vuoi avere successo, devi trovare la tua strada

Sei davvero soddisfatto della vita che stai vivendo? Stai dando valore al tuo potenziale? Quante volte ti sei detto che potresti fare di più?

Nel post di oggi voglio affrontare con te un tema che mi sta molto a cuore, perché ha avuto il potere di cambiare la mia vita: ti parlerò della capacità di trovare la tua strada e di percorrerla senza avere paura di prenderti le tue responsabilità.

E sai perché ho tanta voglia di parlarti di questo? Perché con il tempo ho capito che è l’unico modo per realizzarti nella vita, per diventare la persona che davvero vuoi essere.

Ma dai, Andrea! Cosa mi stai dicendo? Diventare la persona che si vorrebbe essere è praticamente impossibile e io ormai ci ho rinunciato da tempo.

Eh già, se mi stai leggendo adesso probabilmente vivi ogni giorno nella convinzione di doverti accontentare. Che, a conti fatti, ottenere di meglio non è possibile. Però scommetto che allo stesso tempo non sei pienamente soddisfatto di quello che fai e delle tue prospettive future. È una sensazione comune, credimi, che anch’io ho provato in passato. Ma questo era prima di riuscire a raggiungere quello che veramente volevo dalla vita.

Certo, trovare la tua strada potrà sembrarti tutt’altro che facile:

· cambiare le tue abitudini e rinunciare alle tue certezze costa fatica;

· la paura di deludere le aspettative delle persone care ti spaventa;

· e poi ci sono l’incognita di fare un salto del vuoto e la paura di fallire.

Sono dei buoni motivi per rinunciare a trovare la tua strada? Non credo proprio!

Se vuoi realizzarti davvero, devi trovare il coraggio di superare la paura.

Forse in questo momento provi un senso di insoddisfazione ma non sai cosa potresti fare per migliorare, o magari hai già pensato a una direzione che ti piacerebbe prendere ma ancora non sai se sia effettivamente la cosa giusta da fare.

Ho voluto dedicare il post di oggi a questo tema perché ci sono passato anch’io. E allora sai cosa ho deciso di fare? Di dividere il percorso che ti porterà a trovare la tua strada in 4 fasi immaginarie. In questo modo, cercherò di aiutarti a capire come sciogliere i dubbi e affrontare le difficoltà.

Va bene Andrea! Non vedo l’ora di cominciare, sono proprio curioso.

Ottimo, allora ti accontento subito!

Fase 1: non sei completamente soddisfatto della tua vita. Vorresti cambiare ma non sai bene quale direzione prendere.

Se ti trovi in questa fase, la prima cosa che devi fare è prenderti del tempo per riflettere. Pensaci: è molto probabile che tu abbia delle potenzialità che, per un motivo o per l’altro, fino a questo momento sono rimaste nascoste. Cosa ti piace fare di più? In cosa pensi di essere veramente bravo? Prova a scavare dentro te stesso e tira fuori i tuoi punti di forza!

Una volta che li avrai scoperti, dovrai capire come puoi metterli a frutto per realizzare i tuoi obiettivi e diventare una persona felice e realizzata.

Fase 2: ora che hai le idee più chiare, devi abbattere gli ostacoli mentali che ancora ti frenano.

La vita è fatta di ruoli, di routine e di aspettative che cerchiamo costantemente di soddisfare. Se hai capito che per prendere la direzione giusta è necessario cambiare, devi prima di tutto trovare il coraggio di superare questi vincoli. Come?

È semplice: prendendoti le tue responsabilità. Questo è un passo fondamentale perché, se incontrerai delle difficoltà, a questo punto non potrai attribuire colpe a nessuno. Ci hai mai pensato? Fintanto che siamo convinti di fare quello che gli altri si aspettano da noi, le nostre responsabilità sono attenuate perché, in fondo, non abbiamo deciso tutto da soli. Ma se decidi di andare per la tua strada, allora sentirai tutto il peso delle tue decisioni. È normale che sia così e la cosa non ti deve spaventare: il fatto di sentirti pienamente responsabile delle tue azioni ti renderà più forte e più consapevole.

Fase 3: pianifica il tuo percorso in modo concreto e sostenibile

Ora che hai superato gli ostacoli mentali, devi tenere conto anche di quelli concreti. Se vuoi aumentare le probabilità di successo, devi essere prima di tutto consapevole delle risorse che hai a disposizione:

· Hai dei risparmi da parte che potrebbero tornarti utili?

· Puoi contare su una rete di conoscenze che potrebbero aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo?

· Ci sono delle competenze che ti servono e non hai ancora acquisito?

Sei arrivato al momento in cui devi porti queste domande: cerca di rispondere in modo sincero e sarai in grado di stabilire se il tuo obiettivo è concretamente realizzabile. Attenzione, se dovessi giungere alla conclusione che non lo è, non significa che devi lasciare perdere. Interrogati piuttosto su cosa puoi fare per migliorare e se puoi in qualche modo ridefinire il tuo progetto per renderlo realizzabile.

Fase 4: comincia il tuo percorso con un obiettivo chiaro in mente

Ed eccoci arrivati all’ultima fase. Fino a qui spero di averti trasmesso la carica giusta! L’ultima cosa che ti voglio dire è che non puoi pretendere di avere tutto e subito. Magari sarai particolarmente fortunato e raggiungerai i tuoi obiettivi in poco tempo. Ma non è detto che andrà così e con tutta probabilità non potrai troncare di netto con ciò che stai facendo ora.

Il segreto per prendere la tua strada senza rischiare il tutto è per tutto sta nell’andare per gradi. Fissati un primo obiettivo, che sia ambizioso ma raggiungibile. Vedrai che poi diventerà più facile capire se effettivamente hai scelto la strada giusta e continuare fissandoti dei traguardi sempre più ambiziosi.

Vedrai che, con un piano ben chiaro in mente, tutto ti sembrerà più facile e la prospettiva del cambiamento diventerà un progetto pronto per essere messo in atto.

Prendere la propria strada non deve restare un sogno irrealizzabile.

Deve essere un obiettivo concreto da perseguire. E ti assicuro che, se sarai disposto a lavorare molto per raggiungerlo, ce la potrai fare.

Il coraggio di prendere la propria strada

Ne sei davvero sicuro, Andrea? A me sembra tutto molto complicato. Bisogna avere tanto coraggio, e poi ci sono le incognite, tanto lavoro da fare senza avere la certezza dei risultati.

Hai ragione, ti aspettano tanti sacrifici e non avrai la certezza di centrare l’obiettivo sin dal primo giorno. Se secondo te questo è un buon motivo per lasciar perdere tutto e continuare a vivere una vita che non ti soddisfa, puoi tranquillamente continuare a fare quello che stai facendo ora. Ma sei sicuro che ne valga davvero la pena?

Se mi segui, probabilmente conosci già la mia storia. Prima di cominciare a guadagnare con le case lavoravo nel ristorante della mia famiglia. Il mio futuro sembrava già scritto: avrei portato avanti quello che i miei genitori avevano cominciato. A un certo punto però, mi sono reso conto che non era ciò che volevo, che quella vita non mi rendeva completamente felice. Per me la cosa fondamentale era avere più tempo da trascorrere insieme ai miei cari e da dedicare alla mia crescita, personale e professionale. Così mi sono messo a pensare a un’attività che mi avrebbe consentito di ottenere questa libertà. Quando finalmente l’ho trovata, non sono state solo rose e fiori fin da subito. Ho dovuto impegnarmi molto, imparare un nuovo mestiere e per un certo periodo ho lavorato il doppio rispetto a prima perché, non potendo mollare tutto dall’oggi al domani, dovevo muovermi su più fronti.

Ma alla fine, come vedi, ce l’ho fatta e oggi posso dire di vivere esattamente la vita che ho sempre desiderato. Ti sto raccontando questo perché in fondo sono la dimostrazione del fatto che cambiare e prendere la strada che senti davvero tua è possibile.

Non ti sto dicendo di fare un salto nel vuoto, ma di impegnarti con costanza per ottenere quello che vuoi.

Ok, Andrea, penso di aver capito. Ma mi spieghi concretamente come hai fatto?

Per imparare a guadagnare con le case ho dovuto prima di tutto studiare parecchio, metabolizzare tutti quei meccanismi che regolano la compravendita immobiliare. E poi volevo trovare il modo di operare in modo etico, di realizzare un profitto aiutando al tempo stesso anche gli altri.

Devo dirti la verità, mi ci sono voluti degli anni per costruirmi il bagaglio di competenze che ho adesso. E allora sai a un certo punto cos’ho pensato? Di rendere agli altri la vita più facile! Così ho cominciato a organizzare dei corsi che insegnano a guadagnare con le case, con l’obiettivo di trasmettere ai partecipanti tutti i metodi che ho imparato e mi hanno permesso di raggiungere questi risultati incredibili.

La mia però non è solo una scuola. A me piace più definirla una palestra, perché nel tempo ho messo a punto tutta una serie di strumenti concreti per supportare i membri della mia Accademia che vogliono diventare dei professionisti di questo settore.

Pensi che sia arrivato il momento di trovare la tua strada e vorresti saperne di più? Allora visita il sito www.guadagnareconlecase.it per scoprire tutto sui miei prossimi corsi! Così ci conosceremo dal vivo e potrò finalmente raccontarti tutto su come si guadagna con le case!

Post scritto da: Gilardoni Andrea Maurizio

Genitore, Formatore ed Imprenditore della nuova era