Lo stop ai pignoramenti prima casa è incostituzionale. E adesso?

L’ultima proroga allo stop dei pignoramenti sulla prima casa è stata dichiarata illegittima dalla Corte costituzionale. Ma per quale motivo? E soprattutto quali saranno le conseguenze per i debitori?

Buongiorno e ben tornato sul mio blog personale! Come ogni venerdì, anche oggi voglio proporti la lettura di un post che abbiamo recentemente pubblicato sul blog di Case Italia. L’argomento non potrebbe essere più attuale, perché riguarda una sentenza emessa dalla Corte costituzionale lo scorso 22 giugno.

È proprio il caso di dirlo, per molti la decisione della Corte è stata a dir poco inaspettata: la proroga allo stop dei pignoramenti prima casa dal 1. gennaio al 30 giugno 2021 è di fatto incostituzionale!

Le motivazioni della Corte e le conseguenze per i debitori

Nel post che avrai modo di leggere su Case Italia troverai ovviamente tutti i dettagli sulle motivazioni che hanno spinto la Corte costituzionale a prendere questa decisione e sulle conseguenze per i debitori.

Qui mi limiterò a sottolineare un paio di aspetti che secondo me sono fondamentali. Innanzitutto, la principale ragione per cui la Corte ha dichiarato illegittima la proroga in questione è da attribuire al fatto che i diritti dei creditori non sarebbero stati adeguatamente tutelati. Il Governo avrebbe dovuto adottare un approccio meno generalizzato e più orientato alla valutazione del singolo caso concreto. In effetti, non è detto che i debitori siano stati gli unici a trovarsi in difficoltà a causa del Coronavirus e alle problematiche affrontate dai creditori non sarebbe stata attribuita la giusta considerazione.

Il secondo aspetto riguarda le conseguenze per i debitori che hanno beneficiato dello stop. A questo proposito, c’è da dire che la decisione della Corte è arrivata quando ormai la proroga stava per giungere a scadenza. Per il momento è difficile dire se ci saranno delle conseguenze dirette. Una cosa però appare chiara: da un po’ di tempo a questa parte, sembra proprio che si stia affermando la tendenza ad allentare le restrizioni sul pignoramento della prima casa. Del resto, se segui regolarmente il blog di Case Italia, sai che recentemente ci sono state altre proposte in tal senso.

Se vuoi la mia opinione, in una situazione del genere noi operatori dobbiamo fare in modo di rendere gli esecutati ancora più consapevoli delle conseguenze a cui possono andare incontro e dell’alternativa che gli consentirebbe di risolvere il problema del debito in modo definitivo, senza residui e senza strascichi. Ovviamente sto parlando del saldo e stralcio con rinuncia agli atti, la soluzione che noi di Case Italia mettiamo in pratica quotidianamente, perché è l’unica in grado di garantire l’azzeramento del debito!

Allora, sei curioso di conoscere i dettagli di questa importante novità? Leggi subito il post Incostituzionale lo stop ai pignoramenti prima casa: le conseguenze e migliora le tue competenze nel settore immobiliare!
 

Vai al post!

Vuoi imparare a operare nel settore immobiliare in modo etico, dando una mano a chi si trova in difficoltà? Visita anche il sito www.guadagnareconlecase.it e scopri tutto sui miei prossimi corsi!

Ti aspetto!

Andrea Maurizio Gilardoni

Post scritto da: Andrea Maurizio Gilardoni

Genitore, Formatore ed Imprenditore della nuova era