Il fondo patrimoniale protegge dal pignoramento della casa?

A cosa serve il fondo patrimoniale? Protegge davvero contro il pignoramento della casa?

Buongiorno e benvenuto a questo nuovo appuntamento con le ultime novità dal nostro blog di Case Italia! Anche oggi voglio proporti un argomento che ti aiuterà a conoscere meglio questo mercato e a sfatare uno dei tanti falsi miti in circolazione.

Come avrai intuito, parleremo di fondo patrimoniale e della sua presunta efficacia nel mettere al riparo dal pignoramento gli immobili di famiglia.

In effetti, il fondo patrimoniale dovrebbe tutelare tutti quei beni che servono a soddisfare i bisogni della famiglia e proprio questo può portare a pensare che costituisca una soluzione al pignoramento della casa. Ma la verità è che ci sono diversi però da considerare.

Perché il fondo patrimoniale non è inattaccabile come spesso si pensa

Il fondo patrimoniale diventa inattaccabile dai creditori solo in alcuni casi particolari. Proprio nel corso degli ultimi anni, sono entrate in vigore delle nuove leggi e delle nuove interpretazioni della giurisprudenza volte a limitare quanto più possibile la sua efficacia in caso di pignoramento.

All’interno del post che abbiamo pubblicato su Case Italia troverai i dettagli che riguardano questi cambiamenti. Qui mi limiterò invece a far passare quello che secondo me è il succo della questione. Nella maggior parte dei casi, il fondo patrimoniale non impedisce il pignoramento della casa, nemmeno se si tratta dell’immobile in cui il debitore risiede abitualmente con la sua famiglia:

· Il fondo patrimoniale può sempre essere pignorato per un debito contratto per fare fronte ai bisogni familiari. In questa categoria rientra ormai un’ampia varietà di bisogni, inclusi quelli che riguardano l’attività lavorativa dei coniugi (se ad esempio uno dei due richiede un prestito per finanziare la sua attività, il debito che ne deriva viene considerato come diretto al soddisfacimento di un bisogno familiare).

· La protezione dal pignoramento non vale per i debiti contratti prima della costituzione del fondo e, in ogni caso, i creditori che fanno trascrivere l’atto di pignoramento entro un anno dalla costituzione possono chiedere che anche i beni che ne fanno parte siano pignorati.

Insomma, se mai ti confronterai con un debitore che sta pensando di costituire un fondo patrimoniale per salvare la sua casa dalla (s)vendita all’asta, è giusto che tu lo renda attento sugli intoppi a cui quasi sicuramente andrebbe incontro.

Se mi conosci, sai come la penso: l’unica soluzione davvero efficace al problema dell’indebitamento è il saldo e stralcio con rinuncia agli atti, perché è di fatto la sola strada che permette di azzerare il debito subito e una volta per tutte!

Bene, scommetto che non vedi l’ora di saperne di più su questo argomento così particolare! Leggi subito il post Fondo patrimoniale: può salvare la casa dal pignoramento? e migliora le tue competenze nel settore immobiliare!

Vai al post!

Vuoi imparare a operare nel settore immobiliare in modo etico, dando una mano a chi si trova in difficoltà? Visita anche il sito www.guadagnareconlecase.it e scopri tutto sui miei prossimi corsi!

Mi raccomando, ti aspetto!

A presto.

Andrea Maurizio Gilardoni

Post scritto da: Andrea Maurizio Gilardoni

Genitore, Formatore ed Imprenditore della nuova era