Il fallimento di un progetto non è il tuo fallimento!

Ti sei mai sentito bloccato dalla paura di fallire, di rinunciare a un progetto perché sentivi di non avere abbastanza certezze? Buongiorno e ben ritrovato al nostro appuntamento del lunedì che, da qualche mese a questa parte, è dedicato alle regole fondamentali dell’imprenditore della nuova era!

Avrai già intuito che la regola di cui voglio parlarti oggi riguarda la gestione dei nostri fallimenti e, ancor più importante, della paura di fallire. Sì perché, se ci pensi, è una delle paure peggiori in assoluto: ci limita, reprime la nostra voglia di creare, di dare vita ai nostri progetti migliori e, in definitiva, ci impedisce di imboccare la strada del cambiamento che tanto vorremmo percorrere.

L’imprenditore della nuova era ne è ovviamente consapevole, sa che fallire in qualcosa non significa essere falliti come persone e non si lascia bloccare dalla paura del fallimento!

Da cosa dipende la paura di fallire?

Perché la paura di fallire può essere così devastante? Per darci una spiegazione, dobbiamo chiamare in causa una zona particolare del nostro cervello. Sto parlando del cervello rettile, dove risiedono i nostri istinti primordiali, incluso quello di scappare di fronte ai pericoli e di mettersi in salvo. Così, nel momento in cui percepiamo una minaccia, ecco che scatta l’istinto di fuggire e di allontanarci dalla fonte che la sta generando.

Il tutto avviene a livello inconscio e, fintanto che non ne acquisiamo consapevolezza, non abbiamo molte chance di riuscire a controllare questo nostro lato istintivo. Però ti assicuro che un modo per superare la paura di fallire c’è, e te lo posso dire perché con me ha già funzionato diverse volte!

Devi semplicemente imparare a controllare il cervello rettile. Il fatto di sapere che esiste equivale già di per sé a compiere il primo passo. La seconda cosa che dovrai fare è tranquillizzare quella parte di te che percepisce rischi e pericoli sempre come una questione di vita o di morte. Non fraintendermi: in alcuni frangenti, il cervello rettile svolge ancora un ruolo molto importante, tenendoci alla larga da situazioni che potrebbero effettivamente rivelarsi pericolose. Però devi anche pensare che si tratta della parte più antica del nostro cervello, per cui ogni pericolo è un potenziale attentato alla nostra incolumità fisica.

Il cervello rettile non è in grado di distinguere tra un pericolo di questo tipo e quelle che in realtà sono semplicemente le nostre paure riguardo al futuro. E la naturale conseguenza è che il nostro istinto di sopravvivenza può scattare anche quando in realtà non ce ne sarebbe bisogno. In altre parole, anche se l’eventualità di fallire in un progetto ha dei rischi tutto sommato limitati, il cervello rettile reagisce facendoti provare una paura che ti spinge a tornare sui tuoi passi.

Come superare la paura di fallire

Dicevo che però possiamo imparare a controllare il cervello rettile, almeno fino a un certo punto. Io ci sono riuscito con il tempo e questa cosa mi ha permesso di andare dritto verso i miei obiettivi, superando la paura di fallire.

Ogni volta che sarai tentato di lasciar perdere un progetto o qualsiasi altra cosa che potrebbe apportare un miglioramento alla tua vita, poniti queste domande:

· Perché sono sul punto di lasciar perdere? Di cosa ho paura?

· Cosa potrebbe succedere se dovessi effettivamente fallire? Quale sarebbe l’eventualità peggiore e quali conseguenze dovrei affrontare se si verificasse?

· Come posso ridurre al minimo il rischio di fallimento?

· Cosa potrei ottenere se il mio progetto andasse invece a buon fine? Come cambierebbe la mia vita?

Se il tuo progetto è effettivamente ben congegnato, ha delle buone probabilità di riuscita e hai pensato a come gestire i rischi, vedrai che le risposte che ti darai avranno l’effetto di “calmare” il tuo cervello rettile, che smetterà così di frenare la tua voglia di andare avanti!

Attenzione però: controllare il cervello rettile non significa buttarti a capofitto in qualsiasi cosa ti venga in mente. Ricorda che prima di lanciarti in una nuova avventura, professionale o personale che sia, la cosa migliore è pianificare, identificare i rischi e pensare a una strategia che ti permetta di gestirli nel migliore dei modi!

Cosa fare quando ti senti un fallito.

Ti è capitato di fallire in passato? Allora rimboccati le maniche!

Ora che abbiamo parlato di come superare la paura di fallire, passiamo invece al fallimento vero e proprio. Ti è mai capitato di pensare di aver fallito, magari a causa di un’idea imprenditoriale che non sei riuscito a concretizzare o di un progetto di vita che non si è realizzato?

Scommetto di sì, perché è una cosa che presto o tardi tocca a tutti. Anche all’imprenditore della nuova era. Tra lui e gli altri c’è però una differenza fondamentale, che riguarda il modo di reagire al fallimento.

Sai quante persone mi è capitato di vedere fallire in una cosa e poi lasciar perdere tutti gli obiettivi che si erano prefissate? Tante. E sai perché reagivano in questo modo? Si sentivano fallite come persone, non riuscivano a separare il fallimento di un loro progetto dal loro fallimento personale.

Tutto ciò è sbagliatissimo! A tutti può capitare di fallire in qualcosa, ma questo non significa valere meno come persone. Anzi, se fallisci hai semplicemente un motivo in più per tornare a darti da fare, magari trovando una nuova via che ti permetta di raggiungere i tuoi obiettivi di vita. Il fallimento non deve diventare una scusa per mollare tutto, mai!

Perciò, ricorda: l’imprenditore della nuova era è in grado di superare la paura di fallire. Sa prevedere le conseguenze di un fallimento, limitare le perdite e, se accade, resta consapevole di non essere fallito come persona, si rimbocca le maniche e guarda avanti!

La paura di fallire ti blocca? Io ti posso dare una mano!

La paura di fallire ti blocca e ti impedisce di realizzare i tuoi progetti di vita? Non preoccuparti, perché si tratta di un problema che posso aiutarti a risolvere! Da qualche tempo ho lanciato Cambio Vita, il nuovo videocorso concepito personalmente da me per guidarti in un percorso di cambiamento che ti porterà a vivere la vita che hai sempre desiderato!

Lavoreremo molto al superamento del fallimento e della paura di fallire, ma faremo anche molto di più! Cambio Vita è un percorso di dodici mesi suddiviso in tre aree che sono anche le componenti fondamentali del successo di ognuno di noi: mentalità, business e comunicazione. Passeremo un intero anno insieme, in cui ti trasmetterò tutte le tecniche e i concetti che mi hanno permesso di cambiare vita e raggiungere risultati straordinari! Ci focalizzeremo sulle tue potenzialità per svilupparle al massimo e darti tutti gli strumenti che ti serviranno per trasformare la tua vita in ciò che davvero desideri!

Allora cosa aspetti? Vai sul sito www.cambiovita.net! Scopri tutto su Cambio Vita, iscriviti e cominciamo questo nuovo percorso insieme!

E visita anche il blog di Cambio Vita, dove trovi un’anteprima di tutte le lezioni e altri contenuti che ti aiuteranno a fare davvero la differenza.

Non perdere questa opportunità, sarebbe un vero peccato!

Mi raccomando, ti aspetto!

Andrea Maurizio Gilardoni

Post scritto da: Andrea Maurizio Gilardoni

Genitore, Formatore ed Imprenditore della nuova era