Cosa succede dopo la revoca del mutuo

Cosa succede quando la banca decide di revocare il mutuo? Cosa e quanto deve pagare il debitore per evitare il pignoramento della casa?

Buongiorno e ben trovato ancora una volta al nostro appuntamento del venerdì, dedicato alla presentazione degli articoli pubblicati sul nostro blog di Case Italia! Nel post di cui ti parlerò oggi risponderemo a una domanda che molte persone abitualmente ci pongono e che riguarda la revoca del mutuo da parte della banca.

Nello specifico, vedremo in quali casi la banca ha la facoltà di procedere con la revoca, di come questa venga notificata al debitore e delle opzioni a disposizione di quest’ultimo per reagire e cercare di risolvere la situazione nel migliore dei modi.

Le conseguenze e la migliore soluzione alla revoca del mutuo

Alle conseguenze della revoca del mutuo abbiamo dedicato un ampio spazio nel post pubblicato su Case Italia. Qui mi limiterò come sempre a riassumere il succo della questione.

Nel momento in cui i mutuatari vengono informati della revoca, spesso si stupiscono per quanto sia elevato l’importo che sono chiamati a pagare. Al contrario di ciò che si potrebbe pensare, la banca non si limita a chiedere il pagamento delle rate scadute: a queste si aggiungono infatti l’intero capitale residuo, gli interessi di mora sugli arretrati e anche gli interessi maturati su questi ultimi!

Proprio gli interessi di mora sono tra le cause che portano all’aumento del debito residuo: più si aspetta prima di intervenire in modo risolutivo e più si accumulano, arrivando a delle cifre molto più elevate di quanto ci si potrebbe aspettare. Insieme alle svalutazioni che tipicamente caratterizzano le aste, questo problema può portare all’impossibilità di risolvere la situazione di indebitamento. Il ricavato della vendita non basta a saldare interamente i debiti e così gli ex proprietari si ritrovano ancora fortemente indebitati. E questo pur avendo perso la loro casa all’asta!

Nel post che ti invito a leggere insisteremo anche sull’importanza di agire in modo tempestivo, perché negoziare un saldo e stralcio con rinuncia agli atti può effettivamente portare all’azzeramento del debito!

Ti interessa saperne di più? Allora leggi subito il post Risoluzione del mutuo: cosa e quanto devi pagare e migliora le tue competenze nel settore immobiliare!

Vai al post!

Vuoi imparare a operare nel settore immobiliare in modo etico, dando una mano a chi si trova in difficoltà? Visita anche il sito www.guadagnareconlecase.it e scopri tutto sui miei prossimi corsi!

Ti aspetto!

Andrea Maurizio Gilardoni

Post scritto da: Andrea Maurizio Gilardoni

Genitore, Formatore ed Imprenditore della nuova era